Ad Alpignano, Collegno, Grugliasco, Rivoli, Rivalta e Orbassano la festa delle Idee Il Partito Democratico organizza due appuntamenti di democrazia partecipata e di confronto

Rivoli

RIVOLI – IL 16 e 17 febbraio la festa delle idee sarà a Alpignano, Collegno, Grugliasco, Rivoli, Rivalta e Orbassano. I circoli locali del Partito Democratico dalle 21 incontreranno i cittadini, le associazioni e tutti coloro che vorranno partecipare per immaginare, progettare e gettare le basi di realizzazione per quelle che vengono ritenute le priorità di miglioramento e sviluppo del proprio territorio.

Il 15 febbraio i circoli del territorio faranno un annuncio rivolto al pubblico “il 16 esci dal blog e vieni alla festa delle idee”. Il 16 febbraio ciascun incontro sarà organizzato dal circolo territoriale del Partito Democratico non nella sede di partito ma in un luogo diverso e naturalmente aperto a tutti, che possa contenere un numero sufficiente di persone per organizzare il momento di confronto che si dipanerà su tre quesiti: qual è secondo te il problema del tuo territorio di cui il governo dovrebbe occuparsi? Qual è la tua idea per risolverlo? Quali sono le critiche che faresti al Partito Democratico, e al Governo: cosa secondo te non abbiamo fatto e avremmo dovuto fare?

Sarà un momento di festa

Ciascun incontro sarà moderato dal segretario di circolo o da chi verrà ritenuto competente e di fiducia dal segretario stesso. Sarà un momento di festa, di “abbraccio” con territorio, e chi partecipa potrà portare anche qualcosa da mangiare per trascorrere meglio insieme la serata.  I partecipanti saranno invitati a lasciare il proprio suggerimento su postit colorati indicando il nome di battesimo e l’età che verranno poi esposti su un tazebao.

Dicono dal PD. “Il 17 febbraio ci sarà un’altra serata ma all’aperto. Il circolo che vorrà potrà organizzare il proprio gazebo con a disposizione del pubblico di passaggio tazebao o lavagnette o bacheche per lasciare le proprie idee. Le risposte alle domande vengono raccolte, lette elaborate e poi assemblate nel programma che verrà stampato e presentato nelle prossime settimane“.